La depressione sarà nel 2020 la seconda causa di inabilità lavorativa dopo le cause cardiovascolari (fonte: OMS). Risulta perciò di fondamentale importanza eliminare lo stigma associato a questa patologia, diffondendo informazioni adeguate su come riconoscerla, trattarla e infine curarla. Sarà dedicata una parte della conferenza anche alla gestione del paziente depresso in famiglia, poiché questa patologia colpisce non solo l’individuo, ma l’intero sistema famiglia nel quale è inserito.

I disturbi di personalità sono invece tra i disturbi più difficilmente riconoscibili e diagnosticabili in psichiatria, perché non causano, nella gran parte dei casi, difficoltà sociali o lavorative. Impareremo quali sono questi disturbi, discuteremo su come si sono formati e quali sono i metodi giusti per affrontarli.

 

Il consocio dr. Vincenzo Torsiello, laureato in medicina alla SUN (Seconda Università di Napoli), si è sempre interessato di psichiatria. Membro di Neamente e EDA Italia (European Depression Association), si occupa di divulgazione e di sensibilizzazione sulle patologie psichiatriche.

L’appuntamento è previsto per sabato 29 febbraio, alle ore 17, presso l’hotel Best Western Cappello D’Oro, in viale Papa Giovanni XXIII 12, a Bergamo.